Polizia di Stato, in arrivo 54 nuovi agenti nelle Marche

Centro Pagina - Polizia di Stato, in arrivo 54 nuovi agenti nelle Marche

Ad annunciarlo è il senatore della Lega Paolo Arrigoni: «è l’inizio di un aumento degli organici». Un segnale positivo è il commento del segretario regionale del sindacato di Polizia Siulp Paolo Andreucci che però «non cambia la questione del declassamento della Questura di Ancona»

Controlli della Polizia (Foto: Polizia di Stato)

Controlli della Polizia (Foto: Polizia di Stato)

ANCONA – Cinquantaquattro nuovi agenti di Polizia in arrivo entro febbraio 2019. Ad annunciarlo è il senatore della Lega Paolo Arrigoni, responsabile della Lega nelle Marche e Questore a Palazzo Madama. Una boccata di ossigeno per le Questure marchigiane, alle prese con un aumento dei reati e la necessità di implementare il personale, ma anche una nota positiva per Ancona, dal momento che la Questura dorica a quanto pare sarà declassata.

«Da qui a febbraio – spiega il senatore Arrigoni – arriveranno 10 poliziotti in più in provincia di Ancona, 4 in provincia di Ascoli Piceno, 26 in provincia di Fermo, 8 in provincia di Macerata e 5 in provincia di Pesaro e Urbino. Inoltre l’Arma dei Carabinieri ha previsto l’assegnazione di 46 carabinieri per il Comando Legione Marche». Il rafforzamento delle Questure marchigiane è stato confermato dal Ministro Matteo Salvini.

Foto di repertorio, Polizia di Stato

Foto di repertorio, Polizia di Stato

Un potenziamento, che come spiega il senatore della Lega «è solo l’inizio di un aumento complessivo degli organici che toccherà ogni anno del prossimo quinquennio 2019-2023 e che sarà inserito nella legge di bilancio». L’operazione porterà l’organico della Questura di Ancona dai 377 agenti attualmente in servizio a 388 operatori, mentre quello della Questura di Ascoli Piceno passerà da 199 a 218 agenti. L’aumento più sostanzioso toccherà la Questura di Fermo, dove il personale sarà più che raddoppiato, passando da 76 a 168 agenti. Nella Questura di Macerata gli agenti aumenteranno da 174 a 218, mentre a Pesaro Urbino da 215 a 268.

«Si tratta di un considerevole aumento degli organici delle forze dell’ordine – sottolinea Arrigoni – finanziato con una parte dei forti risparmi conseguiti grazie all’azione rigorosa del Ministro Salvini sulla gestione dell’immigrazione, che punta a stroncare non solo la criminalità organizzata ma anche gli interessi dei furbi e il business dell’accoglienza. Nelle Marche tutto questo porterà sicuramente ad una particolare attenzione verso l’Hotel House. Degrado e illegalità non sono più tollerabili». Complessivamente saranno circa 8 mila gli uomini e le donne in divisa che miglioreranno la sicurezza in tutta Italia.

«Un segnale positivo – commenta il segretario regionale Siulp, il sindacato della Polizia di stato, Paolo Andreucci – sul quale incide molto l’apertura della nuova Questura di Fermo. Tuttavia non cambia la questione del declassamento della Questura di Ancona che è ormai una realtà, dal momento che è in via di emanazione il decreto. Una situazione che ci preoccupa non poco perché si tradurrà sul lungo periodo in meno uomini e meno mezzi, in una città come Ancona, dove non può venir meno il controllo del territorio considerato che ha un porto che movimenta oltre un milione di passeggeri all’anno e un aeroporto che regista più di 500 mila passeggeri annui».

Il declassamento riguarda in totale 7 questure italiane, tra le quali Ancona, Bolzano, Trento, Perugia, L’Aquila, Potenza e Campobasso, mentre altre 7 verranno innalzate, tra queste Brescia, Padova, Bergamo, Verona, Messina, Salerno e Caserta. Il Siulp regionale però non si da per vinto: «abbiamo sensibilizzato tutti i livelli sia locali che nazionali, ora ci attendiamo delle prese di posizione politiche», conclude il segretario regionale Siulp Andreucci.